Museo del fascismo. No alla proposta M5S. Raggi: "Roma orgogliosamente antifascista"

Date:

Share post:

AgenPress – L’idea di realizzare una esposizione permanente dedicata al Fascismo arriva non da nostalgici o estremisti di destra ma da tre consiglieri comunali M5s tra cui Gemma Guerrini, già vicepresidente della commissione Cultura in Campidoglio. I pentastellati, sul tema, hanno presentato una mozione spiegando nei dettagli il progetto. La Guerrini ha specificato che la realizzazione del museo è in chiave culturale e antifascista. Nella mozione si fa riferimento, prendendole come modello, a “operazioni culturali di analisi critica del periodo del nazismo” che “hanno portato alla realizzazione di centri intitolati a quelle esperienze, centri visitati da migliaia di persone provenienti da tutta Europa”. Secondo la consigliera, la realizzazione di questa galleria è una iniziativa dettata dalla”necessità di contrastare il negazionismo e l’ignoranza ancora diffusa su fatti accaduti nella prima metà del Novecento in Italia”. Per portare avanti la sua tesi, la Guerrini cita i rigurgiti neofascisti che “anche recentemente hanno offeso Roma e i suoi cittadini”.  “L’esito non è stato coerente con le premesse. Si rischiava l’effetto contrario: celebrare le pagine più tristi della storia italiana”, replica a Repubblica la la sindaca di Roma, Virginia Raggi, dopo il caso della mozione di tre consiglieri del M5s, poi stoppata, sulla creazione di un museo del Fascismo a Roma. “Appena ho letto la mozione sono intervenuta e ho parlato con Gemma Guerrini: lei è stata subito d’accordo a ritirare la mozione”, “Roma – aggiunge la sindaca – è orgogliosamente antifascista e con i fatti l’ho dimostrato in questi anni”. Perché ancora oggi ritiene sia importante l’antifascismo? “In particolare in questo momento storico – risponde Virginia Raggi – i valori dell’antifascismo sono fondamentali. Proprio in una situazione come quella creata dagli strascichi del Covid, che hanno creato sacche di povertà, è importante vigilare su chi soffia sul fuoco della disperazione. Dobbiamo fermare i pifferai magici che strumentalizzano le necessità dei più deboli”, “è pericoloso – aggiunge – favorire i revisionisti”.  ]]>

Redazione
Redazione
Consapevoli che un’informazione imparziale ed obiettiva non esista, Agenpress sostiene che: “la notizia nasce vera, ma il giornalista la rende “falsa”.

Consigliati da Agenpress

spot_img

Articoli Correlati

12 febbraio 2023 la data per le elezioni Regionali del Lazio

AgenPress. Il Presidente Vicario della Regione Lazio, Daniele Leodori, ha annunciato, con una nota indirizzata al Presidente...

“Ti mangiamo il cuore”. Le donne in piazza contro Giorgia Meloni. “Preparati a tremare, siamo libere di lottare”

AgenPress – Un grande striscione con scritto “Fascista Meloni noi ti farem la guerra” e “Ti mangiamo...

Roma. Violenza sulle donne: uno al mese registrato nel 2022 al Pronto Soccorso dell’Ospedale San Giovanni

Nel 2020, anno del lockdown, i casi di aggressione e di incidenti domestici contro le donne di età...

Anzio e Nettuno sciolti per mafia, Tirrito: “La politica faccia una riflessione seria su chi mette nelle liste elettorali”

AgenPress. “Lo abbiamo detto in tempi non sospetti, lo ribadiamo oggi che i consigli comunali di Anzio...