Milano. Egiziano armato di coltello entra in Duomo e sequestra un vigilante: fermato

Date:

Share post:

AgenPress – Un uomo ha preso in ostaggio una guardia giurata, intorno alle 13, dopo essersi introdotto nel Duomo di Milano. Secondo le prime informazioni diffuse dalla Questura lo avrebbe tenuto per alcuni minuti sotto la minaccia di un coltello. Subito sono intervenuti gli agenti di guardia e poco dopo, a seguito della mediazione di un funzionario di Polizia, ha abbandonato l’arma e lasciato l’ostaggio facendosi arrestare. Secondo una prima ricostruzione, l’uomo era stato poco prima trovato seduto sulle scale del Duomo, ma un attimo prima che la pattuglia a piedi si apprestasse a chiedergli i documenti si è alzato fuggendo dentro la cattedrale. Subito inseguito, si sarebbe nascosto nei pressi dell’altare dove è stato notato da una guardia giurata di un istituto di vigilanza che lavora per la Fabbrica del Duomo. Quando il vigilante si è avvicinato, però, è stato preso alla sprovvista dallo sconosciuto, che ha estratto il coltello, glielo ha puntato alla gola e lo ha fatto inginocchiare. Nel frattempo sono giunti agenti, militari e funzionari della Polizia di Stato, che hanno cominciato a parlargli per convincerlo a lasciare andare l’ostaggio. Pochi interminabili minuti, al termine dei quali è bastata una sua distrazione e gli agenti lo hanno disarmato e immobilizzato. Al momento non c’è alcun elemento concreto che possa far ipotizzare un gesto terroristico L’uomo, che dice di essere di origine egiziana (sono ancora in corso accertamenti sulle generalità di questa persona), è stato arrestato per sequestro di persona, resistenza a pubblico ufficiale e porto abusivo di coltello. Il sequestro della guardia è durato circa 8 minuti. Al momento, dai primi accertamenti non si è avuta certezza nemmeno del luogo in cui questa persona abita. Lui, da quanto si è saputo, avrebbe detto addirittura che vive “nel Duomo” e che si chiama “Cristiano”. E’ sembrato ad investigatori e inquirenti visibilmente alterato. Sono ancora tutte da verificare, dunque, le sue generalità. ]]>

Redazione
Redazione
Consapevoli che un’informazione imparziale ed obiettiva non esista, Agenpress sostiene che: “la notizia nasce vera, ma il giornalista la rende “falsa”.

Consigliati da Agenpress

spot_img

Articoli Correlati

12 febbraio 2023 la data per le elezioni Regionali del Lazio

AgenPress. Il Presidente Vicario della Regione Lazio, Daniele Leodori, ha annunciato, con una nota indirizzata al Presidente...

“Ti mangiamo il cuore”. Le donne in piazza contro Giorgia Meloni. “Preparati a tremare, siamo libere di lottare”

AgenPress – Un grande striscione con scritto “Fascista Meloni noi ti farem la guerra” e “Ti mangiamo...

Roma. Violenza sulle donne: uno al mese registrato nel 2022 al Pronto Soccorso dell’Ospedale San Giovanni

Nel 2020, anno del lockdown, i casi di aggressione e di incidenti domestici contro le donne di età...

Anzio e Nettuno sciolti per mafia, Tirrito: “La politica faccia una riflessione seria su chi mette nelle liste elettorali”

AgenPress. “Lo abbiamo detto in tempi non sospetti, lo ribadiamo oggi che i consigli comunali di Anzio...