Calenda, no a nuovo centro produzione Rai a Milano. Roma è la capitale e deve restare qui

Date:

Share post:

AgenPress – “Penso che questa è la Capitale e le cose devono restare qua. Gli italiani devono decidere se vogliono una capitale o non la vogliono. Possono anche decidere che siamo l’unico paese al mondo che non vuole una capitale. Ma se la vogliono, la capitale non può essere spogliata di tutto, delle risorse, della finanza, non può succedere”. Così l’ex ministro, Carlo Calenda, leader di Azione e candidato sindaco alle elezioni di Roma in un’intervista al quotidiano ‘Il Messaggero’, sulle  polemiche per la decisione del cda della Rai di investire nel nuovo centro di produzione di Milano, una scelta difesa dalle istituzioni lombarde. “A me sembrano provinciali le motivazioni della Moratti per rivendicare lo spostamento delle sedi Rai con i soldi pubblici a Milano  magari ne vuole un pezzettino perché è un’ex presidente della Rai. Ma suvvia, di che stiamo parlando? Il mercato dell’audiovisivo a Milano è chiuso da anni, nonostante prima fosse fortissimo. Milano non l’ha saputo valorizzare e adesso è chiuso”. “Io credo che questa frenesia di chiedere cose che sono a Roma  sia connessa anche allo scarso senso di nazione che abbiamo. Penso che abbiamo un senso di nazione fragile che va ricostruito. E l’ultima cosa che possiamo fare è spostare le cose a Milano; anzi c’è da fare un gran lavoro per svilupparne di nuove a Roma”. Calenda conclude affermando come Roma non sia “stata difesa in questi anni, un po’ anche per incapacità nostra, della politica”.     ]]>

Redazione
Redazione
Consapevoli che un’informazione imparziale ed obiettiva non esista, Agenpress sostiene che: “la notizia nasce vera, ma il giornalista la rende “falsa”.

Consigliati da Agenpress

spot_img

Articoli Correlati

12 febbraio 2023 la data per le elezioni Regionali del Lazio

AgenPress. Il Presidente Vicario della Regione Lazio, Daniele Leodori, ha annunciato, con una nota indirizzata al Presidente...

“Ti mangiamo il cuore”. Le donne in piazza contro Giorgia Meloni. “Preparati a tremare, siamo libere di lottare”

AgenPress – Un grande striscione con scritto “Fascista Meloni noi ti farem la guerra” e “Ti mangiamo...

Roma. Violenza sulle donne: uno al mese registrato nel 2022 al Pronto Soccorso dell’Ospedale San Giovanni

Nel 2020, anno del lockdown, i casi di aggressione e di incidenti domestici contro le donne di età...

Anzio e Nettuno sciolti per mafia, Tirrito: “La politica faccia una riflessione seria su chi mette nelle liste elettorali”

AgenPress. “Lo abbiamo detto in tempi non sospetti, lo ribadiamo oggi che i consigli comunali di Anzio...