Lecco. Il sindaco Pd Gattinoni vieta di dare da mangiare a cani e gatti. Brambilla pronta a ricorrere al TAR

Date:

Share post:


AgenPress –  “Il primo cittadino di Lecco, Mauro Gattinoni, revochi l’ordinanza del 5 ottobre che vieta di “somministrare qualunque tipo di alimento” a qualsiasi specie di animali “selvatici e randagi” sul territorio del Comune o faremo ricorso al Tar! Le ordinanze affama-randagi sono una vergogna nazionale e non avrei mai pensato di doverne parlare in una città civile come Lecco. Invece che pensare ad affamare i randagi, il sindaco realizzi il canile comunale, già promesso per due mandati!”.

Così Michela Vittoria Brambilla contro l’ordinanza che vieta di dare da mangiare cibo a gatti e cani randagi, piccioni, cigni, gabbiani. Lecchese e presidente di Leidaa la Lega italiana per la difesa degli animali e dell’ambiente, che è pronta a rivolgersi al Tar.

“Vista la cospicua biodiversità che caratterizza il territorio lecchese, e data la presenza in molte zone del territorio comunale di Lecco di colonie delle più svariate specie animali (gabbiani, cigni, piccioni, nutrie, anatre, gatti, cani randagi, ecc.), il Comune di Lecco – è la spiegazione – ha emesso un’ordinanza che vieta di somministrare qualunque tipo di alimento costituito da mangime, granaglie, scarti e avanzi alimentari di ogni tipo, a tutte le specie di animali selvatici e randagi sull’intero territorio comunale di Lecco, fatte salve specifiche autorizzazioni con fini sanitari o scientifici”.

Il testo del provvedimento è ancora più specifico: “L’alimentazione incontrollata degli animali selvatici aumenta e richiama un gran numero di roditori ed altri animali infestanti anche da zone limitrofe e la forte concentrazione di animali in determinate zone comporta una evidente compromissione del decoro urbano e delle condizioni igienico-sanitarie con conseguenti rischi per la salute pubblica”.

 

L’articolo Lecco. Il sindaco Pd Gattinoni vieta di dare da mangiare a cani e gatti. Brambilla pronta a ricorrere al TAR proviene da Agenpress.



Source link

Redazione
Redazione
Consapevoli che un’informazione imparziale ed obiettiva non esista, Agenpress sostiene che: “la notizia nasce vera, ma il giornalista la rende “falsa”.

Consigliati da Agenpress

spot_img

Articoli Correlati

“Ti mangiamo il cuore”. Le donne in piazza contro Giorgia Meloni. “Preparati a tremare, siamo libere di lottare”

AgenPress – Un grande striscione con scritto “Fascista Meloni noi ti farem la guerra” e “Ti mangiamo...

Roma. Violenza sulle donne: uno al mese registrato nel 2022 al Pronto Soccorso dell’Ospedale San Giovanni

Nel 2020, anno del lockdown, i casi di aggressione e di incidenti domestici contro le donne di età...

Anzio e Nettuno sciolti per mafia, Tirrito: “La politica faccia una riflessione seria su chi mette nelle liste elettorali”

AgenPress. “Lo abbiamo detto in tempi non sospetti, lo ribadiamo oggi che i consigli comunali di Anzio...

Maltempo. Nella notte 80 interventi vigili fuoco a Roma. Allagamenti nella zona dell’ Idroscalo di Ostia

AgenPress – Nella notte sono stati effettuati circa 80 interventi dalle squadre dei Vigili del Fuoco a...