Turchia. 40 le vittime nell’esplosione di una miniera di carbone. La disperazione dei parenti

Date:

Share post:


AgenPress – il bilancio delle vittime dell’esplosione di una miniera di carbone nel nord della Turchia è salito ad almeno 40 persone sabato, hanno detto i funzionari.

Parenti disperati avevano aspettato tutta la notte al freddo fuori dalla miniera statale TTK Amasra Muessese Mudurlugu nella città di Amasra, nella provincia costiera di Bartin, sul Mar Nero, sperando in notizie. C’erano 110 minatori che lavoravano nel pozzo quando l’esplosione è avvenuta venerdì sera.

Il ministro dell’Interno Suleyman Soylu ha dichiarato sabato che 40 minatori sono stati confermati morti. Undici sono rimasti feriti e ricoverati in ospedale, mentre altri 58 sono riusciti a uscire dalla miniera da soli o sono stati salvati illesi. Lo stato di un minatore rimasto non era chiaro.

Il ministro dell’Energia Fatih Donmez ha affermato che i soccorsi sono quasi completati. In precedenza aveva detto che un incendio stava ancora bruciando nella galleria della miniera dove erano rimasti intrappolati più di una dozzina di minatori. Il lavoro per isolare e raffreddare il fuoco è continuato, ha detto.

Le valutazioni preliminari hanno indicato che l’esplosione è stata probabilmente causata dal grisù, che è un riferimento ai gas infiammabili trovati nelle miniere di carbone, ha detto Donmez durante la notte. Tre pubblici ministeri stavano indagando sull’esplosione.

Un minatore che lavora nel turno di giorno ha detto di aver visto la notizia e si è precipitato sul posto per aiutare con i soccorsi. “Abbiamo visto una scena spaventosa, non può essere descritta, è molto triste”, ha detto Celal Kara, 40 anni. “Sono tutti miei amici… avevano tutti dei sogni”, ha detto il minatore di 14 anni dopo essere uscito dalla miniera, il viso coperto di fuliggine.

Sul posto le ambulanze erano in attesa. Le squadre di soccorso sono state inviate nell’area, anche dalle province vicine, ha affermato l’agenzia turca per la gestione dei disastri, l’AFAD.

Sabato il presidente turco Recep Tayyip Erdogan avrebbe dovuto visitare Amasra. Ha twittato che qualsiasi negligenza sarebbe stata punita.

Separatamente, il quartier generale della polizia turca ha dichiarato in una dichiarazione che sarebbe stata intrapresa un’azione legale contro 12 utenti online che avrebbero condiviso contenuti provocatori sull’esplosione della mina per incitare all’odio sui social media.

Il peggior disastro minerario della Turchia è stato nel 2014, quando 301 minatori sono morti dopo lo scoppio di un incendio all’interno di una miniera di carbone nella città di Soma, nella parte occidentale del Paese.

L’articolo Turchia. 40 le vittime nell’esplosione di una miniera di carbone. La disperazione dei parenti proviene da Agenpress.



Source link

Redazione
Redazione
Consapevoli che un’informazione imparziale ed obiettiva non esista, Agenpress sostiene che: “la notizia nasce vera, ma il giornalista la rende “falsa”.

Consigliati da Agenpress

spot_img

Articoli Correlati

12 febbraio 2023 la data per le elezioni Regionali del Lazio

AgenPress. Il Presidente Vicario della Regione Lazio, Daniele Leodori, ha annunciato, con una nota indirizzata al Presidente...

“Ti mangiamo il cuore”. Le donne in piazza contro Giorgia Meloni. “Preparati a tremare, siamo libere di lottare”

AgenPress – Un grande striscione con scritto “Fascista Meloni noi ti farem la guerra” e “Ti mangiamo...

Roma. Violenza sulle donne: uno al mese registrato nel 2022 al Pronto Soccorso dell’Ospedale San Giovanni

Nel 2020, anno del lockdown, i casi di aggressione e di incidenti domestici contro le donne di età...

Anzio e Nettuno sciolti per mafia, Tirrito: “La politica faccia una riflessione seria su chi mette nelle liste elettorali”

AgenPress. “Lo abbiamo detto in tempi non sospetti, lo ribadiamo oggi che i consigli comunali di Anzio...